Menu principale
Home
Diario
Foto Gallery
Guestbook
Link
 
Mercoledì 23 Maggio

Mi sveglio presto, ma stamattina manca l’acqua. Fortuna che dalla cisterna di riserva qualcosa è rimasto…riempio due bottiglie di plastica e vado a lavarmi.
Come da procedura Mesy bussa alla porta della veranda, apro, si va a lavare il viso mentre io preparo colazione poi mangiamo insieme. Visto che è presto ne approfitto per passare l’aspirapolvere in casa.
Vado al lavoro, ma solo quando apro la borsa, mi accorgo di aver preso il PC di Lory anziché il mio…pazienza me ne torno a casa a fare il cambio.
I primi venti minuti di lavoro li dedico all’Italia, prima chiamo il suocero per sapere come sta e poi chiacchiero un po’ con Lory via messenger.
Il server di posta fa i capricci, sarà stato Thomas ??? Avrà toccato qualcosa ieri ??? Speriamo di no, comunque gli utenti non se ne accorgo nemmeno, tanto usano la loro posta privata !!
Intanto io preparo il training in Power Point, gli argomenti da trattare sono essenzialmente Office: Word, Excel, Access, Power Point ed in special modo Outlook.
Mesy più tardi mi raggiunge in ufficio, resta fino a tardi e ne approfittiamo per chiacchierare con Papà, Melania, Barbara ed India. Credevo che la nipotina si ingelosisse, ma quando Tota le ha detto “ti voglio bene” con un accento tutto particolare si è subito istaurato un contatto amichevole.
Mentre Thomas mi dice che sta arrivando in ufficio io chiamo Lory, giusto una telefonata per farmi sentire vicino.
Stasera c’è la finale di champions league, Milan contro Arsenal, me la vado a vedere con Tommy allo Juventus club. Passiamo da Don Vito a ritirare 2 pizze ed andiamo a prendere un’amichetta di Thomas. Mangiamo in macchina di fronte ad un bar dove ordiniamo due birre ghiacciate. Allo juventus la tv non funziona, andiamo in un bar sulla bole road, è affollatissimo, ma riusciamo a trovare un buco ed ordinare coca e patatine fritte.
Il Milan vince, la maggior parte dei tifosi tifava Arsenal, quindi io non esulto neanche, anche perché fino a prova contraria sono sempre Juventino!!! Thomas e l’amica mi riportano a casa, è tardissimo, stanco morto me ne vado a dormire.

 
< Prec.   Pros. >